DISCONNECTED

prisoner of herself

La distinzione fra reale e virtuale non era più riconoscibile. La sua vita era diventata uno spiraglio di luci e schermi. Chiusa all’interno di se stessa, nel suo mondo immaginario in cui nulla poteva andare storto. La concezione della realtà era ormai distorta, non era più distinguibile. Il suo sguardo era perso nel vuoto, i suoi occhi illuminati soltanto dai freddi schermi attorno a lei. Era ormai diventata essa stessa una macchina, tenuta in vita dalla corrente e dai cavi elettrici che la pervadevano.






© Memento / @mvtthawk + @redbvrn


GO AWAY

Next Project

See More